ANALISI DEL CDS ALLIEVI 2013: EMOZIONI IMPORTANTI PER LA VIS

Si ritorna a parlare di CDS Allievi…eravamo in debito  di un analisi generale dei nostri splendidi Allievi e Allieve.
Le due squadre nella finale nazionale dell'8 e 9 giugno,  si sono dimostrate compatte, simpatiche, belle e ottimamente prepararate. Un applauso dopo l'11°  posto di Roma e il primo posto di Trento che vale la 13° piazza italiana va quindi ovviamente agli atleti in primis che ci hanno messo entusiasmo, impegno e freschezza dei 16 e 17 anni, ma molto ai tecnici che li hanno portati nelle migliori condizioni all'appuntamento importante dell'anno (grazie a Bepi, Antonio, Fulvio, Sergio, Guglielmo, Gianluca, Gianluca C,, Gianni, Checco) agli accompagnatori (Giorgio, Livio, Rosanna, Mattia, Antonio F) che li hanno scorazzati per mezza Italia (non è facile gestire 20 persone a Roma e 20 a Trento in contemporanea), a medico (Andrea) e fisioterapista ( Enrico) disponibili al massimo prima e durante le gare e all'ultimo anche come autisti. Un grazie anche a tutta la dirigenza Vis.

Nel dettaglio vediamo come è andata per tutti.

ALLIEVI: 

Da Roma il risultato sicuramente più esaltante ed importante viene dalla pedana del salto in alto:  Federico Ayres Da Motta vola sopra un 2,03 che gli regala la vittoria e il minimo per la partecipazione ai Mondiali di Categoria nella prima metà di luglio in Ucraina. Due soli gli atleti che potranno essere iscritti per ogni nazione in ogni gara…per ora Federico c’è.
Altre ottime prestazioni sono le due di Andrea Forcato: da lui ci si aspettavano buone cose ed ha mantenuto le attese. A solo un centesimo dal suo primato personale è 3à nei 400 metri con 50”36 ed è bronzo anche  al debutto stagionale negli 800 metri, gara affrontata con timore ma con gran spirito di squadra (1’59”32).
Serie di primati personali per i nostri ragazzi:
notevole il 4° posto  con primato per Nicholas Ferrato in 56”72 considerando anche il suo primo anno nella categoria.
Primato personale alla grande per Marco Ravazzolo nella sua marcia dove è buonissimo 5° in 27’00”34; ancora primato con  Dilson Nigro, ritornato con grinta e desiderio in pista dopo un susseguirsi di infortuni, per lui 12”08 nei 100 (11°). Ancora ottima prestazione e 

personal best per Marco Rubini nei 200, 11° con 23”85. Marco Zanella non è da meno e spinto da un bel clima di gruppo, PB anche per lui nei  1500 con 4’21”78. Debutto nella difficile specialità del salto con l’asta per Nicolò Toffanin che si difende alla grande ed è 11° con 2,80.
A soli  5 centesimi dal personale Paolo Slanzi nei 110hs con 15”66 è  settimo. Leonardo  Beretta conquista un buon quarto posto nel salto triplo con 13,40 ed è 8° nel salto in lungo con 6,18.  Buon 6° posto per Federico Marcolin nel getto del peso con 12,69. Importante piazzamento per Giacomo Grimaldi che all’ultimo sostituisce il nostro discobolo Andrea Tomietto ed è buon 9° con 32,84 con una buon 11° posto al debutto nel martello con 23,48.  Nel  giavellotto Anatol Iazan non trova il guizzo oltre i 50 metri ed è 5° con 45,99.  Tommaso Marchetti vicino al personale in entrambe le sue gare dove è 10° nei 3000 (9’57”76)  e 11° nei 2000 siepi (7’09”28). 10° e 11° rispettivamente la 4×100 (Frank Andux, Nigro, Ferrato, Beretta) e 4×400 (Frank Andux, Zanella, Ferrato, Forcato).

Nel complesso una bella squadra affiatata e allegra che può essere felice di essere l’11° squadra d’Italia!

I RISULTATI

 

 

 

 

ALLIEVE

Da Trento una serie di primati personali e di podi  nati dal desiderio di fare una ottima prestazione vista la mancata ammissione per qualche soffio alla finale di Roma. Qui si doveva andare per vincere …e ce l’hanno fatta alla grande! Gran parte dei risultati dedicata alla nostra Francesca Bianco assente per un triste infortuni nell'ultimo allenamento del diovedì (in bocca al lupo Franci! ti aspettiamop più forte di prima)
I due risultati che strappano applausi sono la splendida vittoria in chiusura delle due giornate di Annamaria Fisicaro nel giavellotto con il nuovo primato personale di 41,91. Applausi anche per  Cristiana Sette più grintosa che mai, respirando l’importanza dell’evento, che nei 200 è seconda in 25”53, conquistando anche lo standard di partecipazione ai mondiali di categoria (anche non sarà facile essere convocata in questa specialità). Il giorno prima Cristiana è giunta terza nei 400 piani con 1’00”12 con una partenza un po’ troppo azzardata. Splendido doppio argento con doppio primato personale per una pimpante Caterina Maleville: 12”77 nei 100 e 5,24 nel salto in lungo.  Anche Rebecca Dalla Torre è spinta dallo spirito si squadra e conquista un bell’argento nei 400hs con primato in 1’07”37 e un buon bronzo nei 100hs in 15”33.  Giulia Marchesin ottiene due 

ottimi piazzamenti in prospettiva squadra con il 2° posto nei 2000 siepi in 7’58”96 e sesta negli 800 con 2’34”17. Eguaglia il personale ed è terza l’esuberante Roberta Paoletto nel salto con l’asta. Anna Morbiato è 4° nel suo salto in alto a 1,57 con una sofferta battaglia alla misura superiore.  Quarta anche Beatrice Cortese prestatasi alla marcia, per lei 31’29”02. Splendido quinto posto  a soli 3 centimetri dal personale  per Ilaria Sgarbossa nel disco con 24,89.  Notevole primato personale per Elisa Zago informata solo qualche ora prima di dover sostituire l’infortunata Francesca Bianco nel triplo: Elisa si è rimboccata le maniche e motivatasi nel giusto modo è atterrata a 10,50 (6°). Sesto posto anche per Eletta Finco a 9,60 nel peso.  Primato personale che la fa sorridere di gioia  per Chiara Lucato nel martello: arriva a  22,97. Bravissima Chiara Peruzzo, sofferente per un infortunio degli ultimi giorni, non molla e porta a termine le due gare di corsa più lunghe con un importante 8° posto nei 3000 812’15261) e 9° nei 1500 (5’30”61).

Ottimo secondo posto per le colorate staffettiste della 4×100 Annamaria Fisicaro, Elisa zago, Caterina Maleville e Francesca Pagliarin recuperata da un recente infortunio durante la prima fase dei cds regionali (50”98). Nona invece la 4×400 in 4’28”00 con Dalla Torre, Marchesin, Pagliarin, Sette un po’ stanche dalla gare precedenti.

Brave ragazze, una vittoria che ci regala un importantissimo 13° posto in Italia.

E un grazie va anche alle nostre società amiche Atletica Galliera Veneta, Nuova Atletica San lazzaro, Assindustria Padova.

        I RISULTATI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.