ALLIEVI E ALLIEVE VIS: I PIU’ BELLI DI BASTIA!

Un bellissima trasferta quella del weekend appena passato, dove lo spirito di squadra è stata la medaglia piu' bella di tutte. I nostri allievi e allieve hanno dato quel che si poteva dare nella finale A1 del Campionato Italiano di società andato in scena sabato 23 e domenica 24 nel caldo esagerato e nel sole di Bastia Umbra.
La classifica finale ci ha visto al 5° posto tra gli allievi e al 6° tra le allieve con atleti che hanno trovato motivazioni profonde per provare a migliorarsi in condizioni ambientali difificili e in un clima organizzativo che meritava sicuramente qualche attenzione in più vista l'importanza della manifestazione.
Qualche piccolo rammarico con le ragazze per un paio di gare sotto le aspettative che potevano farci guadagnare qualche posizione in classifica, ma lo sport va così da sempre.
 

Nel dettaglio e individualmente chi doveva portare a casa una bella vittoria,e  quindi i 12 punti per la squadra, non ha tradito le attese.
Spettacolare gara di Andrea Forcato nei 400 piani: partenza probabilmente anche esagerata ma tenacia da vendere fino all'ultimo metro e il crono gli ha dato ragione fermandosi a 50"74, primato personale di mezzo secondo! Per lui poi 5° posto , un po' affaticato, nei 400hs con 57"47. Vittoria e primato anche per Beatrice Gatto, la nostra pesista ha sicuramente interpretato bene la gara tirando fuori al terzo lancio la sua migliore prestazione di sempre (12,71). Peccato per lei per la seconda gara: il disco è finito due volte sulla rete e poi un nullo di uscita anticipata di pedana molto lungo.  E vittoria per Anatol Iazan nel giavellotto (45,41), che non si migliora anche a causa del vento che ha disturbato in parte la prima giornata di gare, ma porta a casa punti preziosissimi (pi è anch e10° nel getto del peso con 10,39).

Quattro argenti arrivano da un Alessio Antonello in gran forma che si migliora nel salto con l'asta fino a 4 metri esatti, dimostrando una maturità e una fermezza in gara davvero da esempio per tutti. Argento per Nicole De Zordi nelle siepi, senza primato, ma pe ril mezzofondo il clima non era certo ideale: importante era portare a casa il maggior numero di punti possibile! Per lei poi settimo posto nelgi 800 con 2'21"58. Coraggiosissimo anche l'argento di Rebecca Dalla Torre nei 400 hs con un miglioramento di più di 3 secondi 1'07"48: anche per lei partenza forse un po' troppo decisa, a causa anche di una non felice corsia, la sesta, che non permette grandi confronti diretti con gli avversari durante la gara. E in generale la fortuna non ci ha assistito molto nella assegnazione delle corsie, soprattutto nelle gare veloci. Rebecca è anche quinta nel salto in alto con 1,50. Ritorna ai suoi salti, o almeno alla grinta che la contraddistingue, Francesca Bianco splendida seconda nel salto in lugno, anche se non particolarmente soddisfatta della misura,  con 5,30 a soli 9 centimetri (quarta nel triplo con 11,29)

Bel terzo posto e migliore prestazione eguagliata per Arianna Stona nel salto con l'asta anche lei in costante crescita all'interno del nostro bel gruppo di salto con l'asta.

Primato sociale nella 4×400 allievi con una prima frazione del barzellettiere del gruppo Marco Rubini mai così deciso e convinto (crono che sicuramente sarà stato vicino ai 52") che ha spinto i sui tre compagni Stefano Padalino, Daniele Barison e Andrea Forcato, settimi con 3'32"36.
Primati personali arrivano da Frank Andux, bellissimo quarto nel salto triplo con 13,86 (ventoso) conquistando anche il minimo per i campionati italiani individuali a settembre (13"60).
Primato personale per la nostra velocista Carol Zangobbo nei 200, 6° con 26"08 e prima quarta nei 100 con 11"85;    Marco Ravazzolo è 5° nella marcia con il primato sceso a 30'27"97; bene Clara Goldin primato nei 100 ostacoli e settima con 16"79; Alberto Sperandio primato nei 200 con 23"86; Eletta Finco primato nel giavellotto, decima con 25,14;

Federico Ayresa Da Motta, sfortunato negli ostacoli con una caduta iniziale, si rifà in parte nel salto in alto con 1,91, quarto in classifica; Beatrice Cortese quarta nella difficile e calda marcia con 29'58"21;  Daniele Barison 5° negli 800 con 2'03"26,  Tommaso Marchetti 5° nelle siepi con  7'23"14, Lorenzo Meneghello è 6° nei 300 con 9'48"47, Vasili Baston 7° nel martello con 30,89; Marco Zanella 9° nei 1500 con 4'27"55; 9° posto anch per Ilaria Sgarbossa nel martello con 25"72,  Leonardo Beretta 10° nel salto in lungo con 5,86…con  qualche nullo decisamente migliore,  Giacomo Grimaldi 10° nel disco con 30,12; 4×100 allievi 8° con 45"90 (Rubini, Andux, Spernadio, Ayres); Ilenia Mele è 11° nei 400 piani corsi conun problemino ai piedi, per lei 1'04"28. Sofia Peruzzo è ottava nei 300 metri con 11"50 17 e decima nei 1500 con 5'36"3. Settima la staffetta 4×400 allieve con Matilde Suppiej in una buona prima frazione, Nicole De Zordi, Alice Pravato alla ottima prima esperienza nei 400 e Ilenia Mele, crono non lontano dalla miglior prestazione dell'anno di 4'20"48. Errore al primo cambio nella 4×100 femminile con Pravato, Dalla Torre, Bianco, Zangobbo.
Un grazie al Consorzio Terme Abano Montegrotto che ci ha 'accompagnato' e sostenuto in questo weekend.

I RISULTATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.